Naturopatia vibrazionale

dic
18
2017

La disciplina consente di riportare in equilibrio i Chakra lavorando con rimedi specifici.

La naturopatia vibrazionale opera in modo specifico sulle energie sottili che giocano un ruolo fondamentale per l’equilibrio di ogni individuo. Fin dai tempi più antichi l’uomo è stato visto come il risultato della sinergia di vari livelli. Non vi era alcuna distinzione tra mente, corpo e spirito. I maya, gli inca, i cinesi e persino la civiltà greca e gli egizi avevano una profonda conoscenza dell’energia vibrazionale. L’uso di tecniche tipiche dell’antichità puntava proprio sul ri-equilibrio dell’aspetto energetico fino ad arrivare a sanarne vecchie ferite.

Conferme della fisica quantistica

La moderna fisica quantistica ha fornito una spiegazione scientifica delle cosiddette “energie sottili”. Gli elettroni, infatti, sono particelle che ruotano costantemente intorno al nucleo dell’atomo stesso e producono vibrazioni in grado di generare campi elettromagnetici. La nuova scienza dice anche che gli elettroni reagiscono tra loro come molteplici particelle in cui ciascuna di esse si comporta come se sapesse cosa stanno facendo tutte le altre.

Famoso l’esperimento in cui, quando il fotone A entra in relazione con fotone B, i due quanti di luce che si formano, portati a lunga distanza l’uno dall’altro, si comportano come se ognuno sapesse che cosa l’altro sta facendo. Istantaneamente. (Fenomeno chiamato entanglement). Non c’è alcuna comunicazione fisica: evidentemente comunicano tra loro su un altro piano. Esiste dunque un’altra dimensione, quella che chiamiamo “energetica sottile”.

In contatto con i livelli sottili

Questo ci riguarda molto da vicino: non siamo costituiti solo da un corpo. Apriamoci  alla possibilità di comprendere che l’essere umano, come ogni essere, è il risultato di una meravigliosa fusione tra diversi livelli: fisico, mentale, emotivo, energetico e spirituale. Entrare in contatto con gli aspetti più profondi e sottili del proprio essere sarà il punto di partenza per avvicinarsi sempre di più alla propria vera natura, per coltivare l’empatia e sentirsi in comunione con il mondo. Ma è anche possibile lavorare con i rimedi vibrazionali per centrare l’obiettivo del nostro benessere.

I nostri stati energetici

La naturopatia vibrazionale considera l’uomo come un essere composto da diversi strati energetici i quali si influenzano l’un l’altro. La qualità dell’energia è dapprima molto sottile e leggera per poi condensarsi sempre di più fino a diventare corpo fisico. Analizzando la malattia secondo questa visione olistica è possibile classificare gli stadi della stessa prima che si manifesti sul corpo (meta medicina). Il disturbo inizia dapprima sul piano più sottile per poi scendere al piano mentale, a quello emotivo e infine nel corpo, dove si presenterà con specifici sintomi fisici. Alla base della malattia si individua un’ostruzione del flusso energetico che, creando un blocco a livello sottile, con il tempo porta a manifestazioni a livello fisico (malattia/sintomo).

Agire in profondità per risanare i conflitti

Per questa ragione la visione vibrazionale degli squilibri valuta la disarmonia fisica e biochimica in termini di alterazione energetica. ll campo dell’energia sottile, oltre ad agire in modo profondo, insegna anche a riconnettersi alla propria vera natura. La naturopatia vibrazionale diventa una possibilità di profonda conoscenza. Imparare a comprendere quale possa essere il disequilibrio energetico che ha scompensato l’intero sistema corporeo insegna a comprendersi meglio, e questo è il primo vero passo per la vera guarigione. Lavorando in questo ambito si ha la possibilità di elaborare e risanare i conflitti prima che arrivino a manifestarsi sul corpo, così da contenere o addirittura evitare la potenziale problematica fisica.

Centraline energetiche: i Chakra

Parlando nello specifico dell’essere umano, le energie sottili si manifestano sotto forma di aura, oppure ‒ in riferimento alla tradizione indiana ‒ nei Chakra, centri particolarmente sensibili al principio di risonanza. Com’è noto, si tratta di vortici energetici posti lungo il corpo che costituiscono il principale punto di contatto vibratorio con le energie cosmiche. I Chakra si generano e si sviluppano dalla gestazione fino all’inizio dell’età adulta. La successione dal primo al settimo centro rappresenta la fusione dell’energia spirituale nel corpo fisico.

Le correnti che si connettono al tutto

I Chakra possono essere compresi come cerchi concentrici che ruotano in senso opposto rispetto al Chakra precedente e successivo. Sono influenzati da due qualità di energia: quella che viaggia dall’alto verso il basso e dal basso verso l’alto e l’altra che procede dall’esterno verso l’interno e dall’interno verso l’esterno. Queste quattro correnti energetiche, interagendo tra loro creano una connessione tra l’universo e l’uomo.

I rimedi della naturopatia vibrazionale

Ogni Chakra, inoltre, è connesso a specifici distretti corporei influenzando così il funzionamento di corpo e psiche. Ecco il motivo per cui la naturopatia vibrazionale si concentra sui Chakra utilizzando specifici rimedi o tecniche come fitoterapia, oli essenziali, fasci di luce colorati, tecniche energetiche come trattamenti di Reiki e comunicazione emozionale. Il trattamento energetico ha lo scopo di risintonizzare i centri alla loro frequenza naturale così da riconnettere l’individuo alla propria natura, ripristinando il benessere nella sua totalità della persona.